Di cosa abbiamo paura? Alcune riflessioni sulla paura e sull’ansia.

(This post is in English and Italian)

In today’s post, I want to share some thoughts that are contained in my third book titled “A Cure for Anxiety.”

Nel post di oggi voglio condividere alcuni pensieri contenuti nel mio terzo libro intitolato “Una cura per l’ansia”.

“Foreword.


In this part of the book I want to share what I fear, what my fears are. I fear (November 2022) only two things (situations or events): I fear the justice of God (who, after my death, will judge my thoughts, words and deeds committed during my earthly life) and the sudden death of my beloved wife. Other than that, I am not afraid of anything or anyone. You may wonder: “How is this possible? After all, a so-called normal person is afraid of many things, e.g. losing a job, betraying a spouse, contracting a serious illness, war, etc.” And yet it is possible to let go of fears and anxieties if you really want to. It is possible to get rid of most fears by working on yourself and developing yourself.”

Prefazione.
In questa parte del libro voglio condividere ciò che temo, quali sono le mie paure. Temo (novembre 2022) solo due cose (situazioni o eventi): Temo la giustizia di Dio (che, dopo la mia morte, giudicherà i miei pensieri, le mie parole e le mie azioni commesse durante la mia vita terrena) e la morte improvvisa della mia amata moglie. A parte questo, non ho paura di niente e di nessuno. Vi chiederete: “Come è possibile? Dopo tutto, una persona cosiddetta normale ha paura di molte cose, ad esempio di perdere il lavoro, di tradire il coniuge, di contrarre una malattia grave, della guerra, ecc.”. Eppure è possibile liberarsi dalle paure e dalle ansie, se lo si vuole veramente. È possibile liberarsi della maggior parte delle paure lavorando su se stessi e sviluppando se stessi.

“Most fears are unnecessary for us, they don’t do us any good, excessive stress doesn’t allow us to enjoy life and live the so-called “full life”. We are not made to be afraid. Just think: if someone were to ask you: “Is it better to be afraid or not to be afraid?” then your answer would probably be obvious, because anxiety, fear and worry are mostly associated with something negative. Yes, sometimes fear or apprehension has a positive function, but in general the ideal state is a life without fears and apprehensions.”

La maggior parte delle paure sono inutili per noi, non ci fanno bene, lo stress eccessivo non ci permette di goderci la vita e di vivere la cosiddetta “vita piena”. Non siamo fatti per avere paura. Pensate: se qualcuno vi chiedesse: “È meglio avere paura o non avere paura?”, la vostra risposta sarebbe probabilmente ovvia, perché ansia, paura e preoccupazione sono per lo più associate a qualcosa di negativo. Sì, a volte la paura o l’apprensione hanno una funzione positiva, ma in generale lo stato ideale è una vita senza paure e apprensioni”.

“An anxiety-free life is calmer, fuller, better. And this state of inner peace is what we are to strive for. I have had over fifty years of life behind me (I was born in 1972), and since 2010 I have consciously started to take care of my personal development. The beginning of this second, better phase of my life was a book by Norman Vincent Peale entitled ‘The Power of Positive Thinking’. Between 2010 and 2022, I read many books on personal development, read some blog posts and personal development magazines (e.g. ‘Charaktery’, ‘Renew’, ‘Psychology Today’). I developed my own style (way) of life, got rid of beliefs that were limiting me, limiting my development (e.g. one such limiting belief might be “It is impossible to live without fears”), and adopted supportive beliefs1 that serve my development.”

“Una vita senza ansia è più calma, più piena, migliore. E questo stato di pace interiore è ciò a cui dobbiamo aspirare. Ho più di cinquant’anni di vita alle spalle (sono nato nel 1972) e dal 2010 ho iniziato a occuparmi consapevolmente del mio sviluppo personale. L’inizio di questa seconda, migliore fase della mia vita è stato un libro di Norman Vincent Peale intitolato “Il potere del pensiero positivo”. Tra il 2010 e il 2022 ho letto molti libri sullo sviluppo personale, ho letto alcuni post di blog e riviste di sviluppo personale (ad esempio “Charaktery”, “Renew”, “Psychology Today”). Ho sviluppato il mio stile (modo) di vita, mi sono liberato delle convinzioni che mi limitavano e che limitano il mio sviluppo (ad esempio, una di queste convinzioni limitanti potrebbe essere “È impossibile vivere senza paure”) e ho adottato convinzioni di supporto1 che servono al mio sviluppo.

That’s all for today. È tutto per oggi.

Dare to live. It’s YOUR life.

Osa vivere. È la TUA vita.

Dariusz Łukasik

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s